La prima impressione è quella che conta!

Il biglietto da visita del nostro centro estetico è il modo in cui riusciamo a presentarci alla clientela.

La prima impressione è quella che conta!
Una buona esperienza, per le clienti di un centro estetico, inizia già nel momento dell'accoglienza. Oggi non basta saper fare bene le cose ma bisogna anche sapere attirare le simpatie della clientela. Diversi studi testimoniano come il "fattore simpatia" giochi un ruolo fondamentale nelle scelte delle persone. Si va nel bar dove il cameriere ti sorride, nel negozio dove la commessa è gentile e disponibile. Allo stesso modo si va nel centro estetico dove lo staff è simpatico ed è un piacere fare quattro chiacchiere leggere. Scegliendo in base a sensazioni per così dire "a pelle", è chiaro che la prima impressione che farete sulle vostre potenziali clienti, sarà decisiva per far colpo su di loro. Prestate, dunque, attenzione alle persone fin da quando varcano la soglia del vostro centro estetico, mettetele a loro agio e saranno vostre.

La prima impressione: un gioco da ragazzi

Oscar Wilde diceva: "Non c'è mai una seconda occasione per fare una buona impressione la prima volta". In termini più moderni potremmo dire che dobbiamo fare buona la prima. La concorrenza lì fuori è tanta e le clienti sono diventate molto critiche. Siete già nel panico? Ma no! In fondo questa situazione rappresenta una grande sfida, da cogliere tutti i giorni. Ci sprona a migliorare continuamente i nostri standard qualitativi, a trovare soluzioni agli imprevisti. Se entrerete nell'ottica del miglioramento continuo, traendo il massimo insegnamento da ogni caduta, non ci sarà prima impressione che temerete.

La prima impressione: il vostro stile


  • Citofono: rispondete al citofono come fate al telefono, annunciando il nome del vostro centro. Rassicurerete il vostro interlocutore e trasmetterete la vostra professionalità.
  • Porta: apritela di persona e accogliete le persone con un bel sorriso. Se avete l'apertura meccanizzata, fate sì che la reception sia visibile e mettetevi in posizione di ascolto.
  • Pulizia: può sembrare scontato, o addirittura offensivo, ribadirlo ma non lo è: il centro estetico va tenuto sempre in condizioni igieniche perfette.
  • Attesa: allestite in una saletta apposita o, se non avete spazio, in un angolo del vostro centro, un piccolo salottino dove fare accomodare le clienti appena entrate. Prendete il soprabito, offrite qualcosa da bere e dopo non più di due minuti introducetela nella sala per ricevere il trattamento.
  • Reception: è un utilissimo strumento di lavoro, dà subito l'idea della vostra organizzazione. Nei suoi pochi metri quadrati racconta la vostra storia, parla dei vostri servizi ed è il punto di contatto tra voi e le clienti. Posizionate, quindi, degli espositori con le vostre brochure e i bigliettini da visita, vi serviranno.


La prima impressione? Sorridete!

Come offrite i vostri servizi ha la stessa importanza dei servizi stessi. Se, per esempio, avete il macchinario per la fotoepilazione, dovete avere personale adeguatamente addestrato al suo uso. Se il tempo trascorso in un centro estetico per le clienti è un momento di relax, e lo è, allora è importante creare un ambiente rilassante, opportunamente illuminato. Far percepire la vostra cura per i dettagli già all'ingresso, alla reception, vi aiuterà ad attirare più clienti. Se poi volete fare centro, fate ricorso alle vostre soft skill, le vostre doti personali: la gentilezza, la simpatia, la vostra abilità nelle relazioni. Le ultime tendenze nel campo della ricerca del personale, mettono in evidenza come sia importante avere di fronte una persona che sia brava non solo nel suo lavoro, cioè nelle mansioni da svolgere, ma che abbia anche la capacità di entrare in empatia con il cliente e di fare gioco di squadra. Questi elementi, statene certi, si percepiscono... a prima vista.

Condividi l'articolo sui social